Conosciamo la Virtus CiseranoBergamo

Tempo di Lettura: 4 Minuti
image_pdfimage_print

Conosciamo il nostro avversario Il calcio, nella città di Alzano Lombardo, arrivò il 25 luglio 1909 con la formazione della prima rappresentativa calcistica all’interno della Società Ginnica locale. L’affiliazione alla F.I.G.C., venne perfezionata un anno dopo, il 12 aprile 1910, con il Foot-Ball Club Alzano che però non prese parte ad alcun campionato ufficiale ma solo ai tornei approvati dal comitato regionale lombardo F.I.G.C., in quanto non possedeva ancora un campo di gioco dalle dimensioni minime di 90 metri per 50.
Carillo Pesenti Pigna
L’attività agonistica a livello locale e provinciale, proseguì fino all’inizio della Prima Guerra Mondiale, poi, dal dopoguerra con l’arrivo di Carillo Pesenti Pigna alla presidenza nel 1936, la società si dotò di un impianto sportivo valido, e l’Alzano disputò i campionati regionali vincendo da subito la Seconda Categoria. Nel successivo ventennio, la squadra conseguì vari salti di categoria fino ad arrivare alla Prima Categoria Lombardia che era la massima divisione regionale. Dopo la pausa bellica, dovuta all’inizio della Seconda Guerra Mondiale, alla ripresa delle attività agonistiche, l’Alzano nella stagione di Prima Divisione 1947-1948 si rese subito protagonista, dapprima arrivando secondo nel girone C, grazie alle vittorie maturate con il lancio della monetina contro Castro e Vertovese e poi arrivando secondo nel girone finale B vincendo anche qui alla monetina lo spareggio contro la Farese conquistando per la prima volta nella sua storia la promozione in Serie C.
L’esperienza in Serie C però, durò appena un anno e con un ultimo posto maturato nel girone F, i bianconeri retrocessero in Prima Categoria rimanendoci per parecchi anni.
Dagli anni 1950 agli anni 1990
Tra gli anni 1950 e 1960, la squadra alzanese vide una continua militanza nella Prima Divisione Lombarda, con una retrocessione in Seconda Categoria maturata al termine della stagione 1963-1964, poi, dopo un lustro di incertezze i bianconeri proseguirono la propria discesa agli inferi della Terza Categoria nel 1966.
Con l’inizio degli anni 1970, l’Alzano arrivò a una svolta che in due anni la portò fino in Prima Categoria, ma nel 1978 dopo cinque anni, per la società alzanese iniziò una nuova crisi che porterà i bianconeri alla Terza Categoria nel 1982.
Un anno dopo, nell’estate del 1983, il sindaco della città di Alzano Lombardo e alcuni imprenditori locali lanciarono il “Progetto Alzano” dove, sotto la guida del presidente Lino Scarpellini, nello spazio di un triennio arrivò il ritorno dei bianconeri in Prima Categoria. Nel 1986, con l’inaugurazione del nuovo stadio comunale la presidenza passò a Franco Morotti che portò gli alzanesi in Promozione Lombardia nel 1991 e in Eccellenza un anno dopo.
L’epoca dell’Alzano Virescit
Festeggiamenti per la promozione in Serie B dell’Alzano Virescit
Nell’estate del 1993 il sodalizio, partecipante al campionato di Eccellenza, si fuse con la Virescit Bergamo, squadra del quartiere Boccaleone di Bergamo che aveva disputato diverse stagioni in Serie C, rilevando il titolo sportivo e cambiando la denominazione in Alzano Virescit Football Club 1909.
La nuova società, ripartì dal Campionato Nazionale Dilettanti e nel giro di due stagioni, dal 1994 al 1996, conquistò due promozioni in fila, dapprima vincendo lo spareggio con l’Imolese e poi vincendo la finale dei play-off, nel derby contro i bresciani del Lumezzane. Dopo un triennio in Serie C1, condito anche dalla vittoria della Coppa Italia Serie C nella stagione 1997-1998, i bianconeri, si guadagnarono una storica promozione in Serie B nel 1999 vincendo il girone A con un margine di quattro punti di vantaggio sul Como.
Giacomo Ferrari
La squadra bergamasca, però, in cadetteria con Claudio Foscarini in panchina durò appena un anno e retrocedette anche dalla Serie C1 l’anno dopo, mantenendo però la categoria grazie a un ripescaggio. La stessa cosa successe anche al termine della stagione successiva, nel 2002, fino al 2003 quando a causa di problemi finanziari la società dopo aver perso i play-out contro la Lucchese rinunciò all’iscrizione al campionato di Serie C2 2003-2004 e sparì dal calcio professionistico venendo radiata.
Dall’AlzanoCene alla Virtus Bergamo
Nell’estate successiva, un gruppo formato da ex dirigenti dell’Alzano Virescit rifondò l’Associazione Sportiva Dilettantistica Football Club Alzano 1909, che ripartì dal campionato di Prima Categoria Lombardia rimanendoci per due anni, poi, durante l’estate 2007, il club si fuse con l’Ardens Cene, costituendo il Football Club AlzanoCene 1909, militante nel girone B dell’Eccellenza Lombardia. Il 13 aprile 2008, con la conquista della promozione in Serie D con tre giornate d’anticipo, i bianconeri vinsero anche il Trofeo Regionale Lombardo il successivo 9 maggio a Verolanuova.
Dal 2008 al 2014, i bianconeri rimasero in Serie D, navigando in posizioni di metà classifica, fino alla retrocessione in Eccellenza dopo i play-out persi contro il Borgomanero. Dall’estate del 2015, dopo aver vinto il proprio girone di Eccellenza, la società si fuse con l’Aurora Seriate diventando Virtus Bergamo 1909.[2]
Al primo anno la nuova compagine bergamasca termina il campionato al sedicesimo posto, evitando i play-out grazie ad un distacco di undici punti dalla diciassettesima classificata. Nel campionato seguente la Virtus Bergamo si classifica al quarto posto e perde la finale play-off del girone. Le due stagioni successive sono concluse al sesto posto.
La Virtus CiseranoBergamo
Nell’estate del 2019 la società decide di fondersi con il Ciserano, appena retrocesso dalla Serie D. Nasce dunque una nuova squadra denominata Società Sportiva Dilettantistica Virtus CiseranoBergamo 1909. Ciò comporta anche il cambio dei colori che dal bianco e dal nero passano al rosso e al blu (già utilizzati dalla squadra ciseranese). Inoltre le partite di casa vengono disputate allo stadio Carlo Rossoni di Ciserano.
(fonte wikipedia)

Serie D 2019-2020 Girone B
La ASD Calcio Brusaporto ha totalizzato 35 punti complessivi (18 in casa, 17 in trasferta) per un totale di 8 Vittorie, 11 pareggi e 8 sconfitte.
Goal fatti 34 (18 in casa, 16 in traferta), goal subiti 35 (20 in casa e 15 in trasferta) con una media più alta di goal segnati fra il 41′ e 45′.

Serie D 2020-2021 Girone B
La ASD Calcio Brusaporto alla quarta gara di campionato ha totalizzato 1 punto complessivo (0 in casa, 1 in trasferta) per un totale di 0 Vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.
Goal fatti 2 (0 in casa, 2 in traferta), goal subiti 5 (2 in casa e 3 in trasferta)

Conosciamo la Virtus CiseranoBergamo

Conosciamo la Virtus CiseranoBergamo

Condividi il mondo #C1940
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com